Podiceps cristatus

In questo mese di giugno 2022 ho aggiunto al mio parco ottiche Olympus il super telefoto zoom M. Zuiko Digital ED 100-400 mm f/5-6.3 IS. L’Olympus M. Zuiko 100-400 IS è un super tele zoom nel sistema formato Micro Quattro Terzi che  corrisponde ad un 200-800 mm nel pieno formato 35 mm. E’ stabilizzato, resistente alla polvere, agli spruzzi d’acqua e al gelo.

In occasione dell’acquisto mi trovo in Trentino nei pressi del Lago di Caldonazzo ed ecco allora che approfitto di questi bellissimi luoghi naturali per provare subito questo super tele abbinato alla mia Olympus OM-D E-M10 III.

Il punto delle riprese fotografiche è la sponda del lago di Caldonazzo in località Calceranica al Lago in provincia di Trento e i soggetti ripresi sono gli uccelli che frequentano le sue sponde.

Giunto a casa scarico le immagini e rimango felicemente sorpreso per la loro qualità e definizione.

Questo primo approccio con lo zoom 100-400 di Olympus è stato per me motivo di soddisfazione. Questo strumento ritengo mi permetta un significativo step migliorativo nell’ambito della passione per la fotografia sportiva e naturalistica.

Nei primi scatti con questa lente non ho prestato attenzione agli alti ISO e alla conseguente perdita dei dettagli. Ho preferito una elevata velocità di scatto. Principalmente ho voluto capire come impugnare a mano libera il super tele, le sue modalità di settaggio e la velocità dello zoom. Volevo fare esperienza di cosa significa usare un super tele micro quattro terzi da 400 mm equivalente a un 800 mm nel formato full frame 35 mm e saggiarne le potenzialità di utilizzo.

Voglio sottolineare che le immagini riprodotte in questo post non rappresentano il pieno potenziale qualitativo della lente. Come premesso in molti di questi miei scatti ho spinto in alto i valori ISO. Tutte le immagini sono state scattate con lo zoom alla massima estensione focale di 400 mm e apertura del diaframma f/6.3. Molte immagini sono state ingrandite. Tutto questo si traduce in un degrado dei dettagli.

Di seguito alcuni scatti che ritraggono una famiglia di Podiceps cristatus, lo Svasso maggiore, composta dai due genitori e due piccoli pulcini.

Famiglia di Podiceps cristatus, lo Svasso maggiore, composta dai due genitori e due piccoli pulcini, Lago di Caldonazzo. (foto Maurizio Romio)
I genitori Podiceps cristatus impegnati a nutrire i loro piccoli con il pesce appena pescato, Lago di Caldonazzo. (foto Maurizio Romio)
Podiceps cristatus impegnati a nutrire i loro piccoli, Lago di Caldonazzo. (foto Maurizio Romio)
Pulcino di Podiceps cristatus  ingoia il pesce procuratogli, Lago di Caldonazzo. (foto Maurizio Romio)
Famiglia di Podiceps cristatus, lo Svasso maggiore, Lago di Caldonazzo. (foto Maurizio Romio)
Un esemplare di Podiceps cristatus femmina che trasporta sulla schiena i due suoi pulcini, Lago di Caldonazzo. (foto Maurizio Romio)
Un pulcino di esemplare di Podiceps cristatus osserva curioso, Lago di Caldonazzo. (foto Maurizio Romio)
È arrivato il momento di una nuotata per il piccolo pulcino di Podiceps cristatus, Lago di Caldonazzo. (foto Maurizio Romio)

A conclusione di questo mio post che riguarda i miei primi scatti fotografici con il super telefoto zoom Olympus M. Zuiko Digital ED 100-400 mm f/5-6.3 IS pubblico anche l’immagine di un’anatra bianca ripresa a distanza ravvicinata.

Anatra bianca, Lago di Caldonazzo. (foto Maurizio Romio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.